mastoplastica additiva Napoli Dr. Pasquale Verolino

Il Dr. Pasquale Verolino è un chirurgo plastico estetico specializzato nell’intervento di mastoplastica additiva ed opera a Napoli e Caserta.
Questo intervento di chirurgia estetica del seno serve ad aumentare il volume del seno in casi di:

  • Problemi estetici;
  • Correggere una asimmetria tra i due lati del seno;
  • Ricostruire il seno dopo un intervento demolitivo;

Oggi ci sono nuove tecniche per aumento volume del seno, la più comune ed utilizzata è quella mediante l’inserimento di protesi in silicone.

Chi sono le migliori candidate per l’intervento di mastoplastica additiva

Le migliori candidate per un intervento di mastoplastica additiva sono le pazienti che desiderano migliorare il loro aspetto fisico, con prospettive realistiche e che non affidino al risultato aspettative troppo alte.

Le protesi mammarie

protesi mammarie a goccia o sferiche

Le protesi hanno un involucro multistrato in silicone e contengono un gel coeso di silicone multistrato
Hanno 2 forme principali: tonde o semisferiche e anatomiche o a goccia.

 

 

È stato accertato che non esiste alcuna correlazione tra l’impianto di protesi al silicone e l’insorgenza di malattie autoimmunitarie o peggio ancora tumori al seno.

Dopo quanto tempo vanno sostituite le protesi (video)?

Si possono fare esami diagnostici?

Dopo l’impianto di protesi mammaria sia retroghiandolari che retromuscolari è possibile effettuare i comuni esami diagnostici quali: ecografia, mammografia, e risonanza magnetica, ottenendo chiari immagini del tessuto ghiandolare perighiandolare e della protesi stessa.

Rischi e pericoli dell’intervento

L’intervento di mastoplastica additiva è ampiamente standardizzato, ma come tutti gli interventi di chirurgia può presentare complicanze generiche e specifiche associate ad esso, la più comune è la contrattura capsulare.
Bisogna dire che con l’avvento degli ultimi dispositivi protesici, tale evenienza si verifica molto raramente.
>>Leggi tutto…

Quali interventi si possono effettuare insieme alla mastoplastica?

Insieme alla mastoplastica si possono fare interventi di breve o media durata soprattutto al viso, come rinoplastica, blefaroplastica, otoplastica e piccole liposuzioni.

Foto mastoplastica additiva prima e dopo

>>Guarda tutte le foto

L’intervento chirurgico

Il metodo di inserimento delle protesi ed il tipo di approccio dipendono dall’anatomia della paziente.
L’incisione può essere posizionata nel solco sottomammario, intorno all’areola o nel cavo ascellare.

Tubicini di drenaggio possono essere utilizzati in alcuni casi e rimossi pochi giorni dopo l’intervento. L’intervento dura circa 1 ora e le incisioni vengono chiuse senza punti di sutura esterni al fine di migliorarne l’aspetto finale.
Un bendaggio particolare viene mantenuto per le prime 48 ore.

Preparazione all’intervento di mastoplastica additiva

Per i fumatori astenersi per almeno 4 settimane (due prima e due dopo l’operazione).
Se si è reduci da un’infezione o una malattia sarebbe prudente posporre l’intervento chirurgico.
Una paziente reduce da una gravidanza, dovrà  attendere almeno 9 mesi dalla fine dell’allattamento.

L’Anestesia

L’intervento può essere effettuato sia in anestesia generale che in anestesia locale ed eventuale sedazione secondo i desideri della paziente.

Mastoplastica sottomuscolare

Lavorando attraverso questa incisione si crea una tasca sopra o sottomuscolare e si posiziona l’impianto.
Se la paziente ha uno scarsissimo tessuto ghiandolare che non garantisce una buona copertura della protesi è preferibile scegliere il posizionamento sotto-muscolare.
Quest’ultimo è leggermente più doloroso di quello sotto-ghaindolare, ma soprattutto si rende evidente, quando viene messo in tensione il muscolo grande pettorale, un lieve spostamento dell’impianto protesico verso l’esterno del torace.
Per quanto riguarda il posizionamento sotto il muscolo grande pettorale, con tecnica detta DUAL PLANE, dall’inglese doppio piano, ossia metà sotto muscolare (metà superiore della protesi) e metà sotto ghiandolare (metà inferiore),  è da preferirsi quando vi è poca ghiandola e quindi poco tessuto di copertura per l’impianto protesico.

Mastoplastica cavo ascellare

Quello dal cavo ascellare è un intervento poco praticato poichè a fronte di una metodica più indaginosa non vi sono reali benefici. Peraltro spesso una cicatrice nel cavo ascellare è più fastidiosa, soprattutto nei movimenti, e visibile quando la paziente indossa un reggiseno o costume a differenza delle altre due, poco visibili e comunque solo a seno nudo.

Mastoplastica con lipofilling

Con la tecnica del lipofilling il volume del seno viene aumentato utilizzando non più le protesi in silicone ma il proprio grasso e le proprie cellule staminali.

Post intervento di mastoplastica additiva

Dopo la prima medicazione la paziente indosserà  un reggiseno conformato per 4 settimane.
Il dolore post-operatorio (mai eccessivo) viene ben controllato da anti dolorifici e generalmente tende a scomparire dopo 24-48 ore.
Nell’immediato post-operatorio il seno sembrerà  ancora più grande di quanto non sia in realtà  per l’importante edema (gonfiore) presente, che tenderà  gradualmente a ridursi nel corso delle settimane. Occorrono almeno 6 settimane prima di vedere il nuovo seno in condizioni normali ed almeno tre mesi bisognerà  aspettare prima di sentirlo sufficientemente morbido.

Allattamento dopo la mastoplastica additiva 

È possibile allattare dopo l’intervento di mastoplastica additiva.
Nel caso in cui la paziente rimanesse incinta non esistono problemi per un eventuale allattamento in quanto nessuna tecnica prevede l’interruzione dei dotti e la ghiandola rimane funzionalmente intatta.

Ripresa dell’attività dopo l’operazione

È buona norma attendere almeno una settimana prima della ripresa graduale dell’attività  e comunque interrompere per almeno quattro quella sportiva.
Il seno sarà  indolenzito ed è quindi consigliabile evitare contatti diretti per qualche settimana.

Quanto costa l’intervento di mastoplastica additiva

I costi dell’intervento di mastoplastica additiva sono variabili in relazione ad una serie di fattori. La determinazione specifica del costo di un determinato intervento è possibile soltanto approfondendo il caso attraverso una visita medica.
Possiamo comunque dire che i costi dell’intervento di mastoplastica addittiva si aggirano dai 4.000,00 ai 6.000,00 euro.

La mastoplastica additiva è mutuabile?

L’intervento di mastoplastica additiva può essere mutabile in caso di pregresso tumore al seno o malformazioni

Mastoplastica additiva gratis

È previsto che, in particolari condizioni e con specifiche certificazioni di specialisti di struttura pubblica, anche l’intervento di mastoplastica additiva possa essere effettuato gratis.
L’intervento viene realizzato presso ospedali pubblici convenzionati.

Visita gratuita intervento di mastoplastica additiva a Napoli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Rec. telefonico (facoltativo)

Città (richiesto)

Intervento/trattamento (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

Allega una foto (facoltativo)

Autorizzo il trattamento dei dati (richiesto)