Aumento volume del seno a Napoli

Aumento volume del seno a Napoli

L’aumento volume del seno a Napoli è oggi l’intervento di chirurgia plastica più richiesto dalle donne di tutto il mondo.

Le principali motivazioni che inducono le donne a sottoporsi a questo tipo di intervento sono il desiderio di avere un seno più femminile in primis; solo in seconda istanza per rimediare esteticamente ad un seno compromesso da allattamento, gravidanza e dimagrimento.

Vediamo quali sono le tappe necessarie per indirizzare le candidate a questo tipo di intervento.

La scelta del chirurgo

E’ la cosa più importante! Affidarsi nelle mani giuste è di fondamentale importanza per la riuscita dell’intervento che consente di aumentare il volume del seno. È cosa buona e giusta affidarsi solo a medici specializzati in chirurgia plastica: basta verificare sul sito dell’Ordine dei medici della tua città o sul portale Fnomceo. Il Dott. Pasquale Verolino è un medico chirurgo specialista in chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica con all’attivo migliaia di interventi di aumento del volume del seno a Napoli e Caserta, membro delle più importanti Società scientifiche e Dirigente Medico Universitario.

La prima visita

Durante la visita pre-operatoria la paziente ha un ruolo centrale nel processo decisionale di tutte le componenti dell’intervento.
Dopo aver preso tutte le misurazioni anatomiche necessarie, il Dott Pasquale Verolino mostra le foto dei risultati post operatori che si possono ottenere. Inoltre è possibile simulare l’effetto finale grazie ai sizer di prova in modo che la paziente possa avere la reale percezione, allo specchio, del risultato finale in termini di grandezza di protesi e proiezione.

Oggi, grazie alla possibilità di utilizzare 3 tipi di protesi differenti per forma(rotonde, anatomiche ed ergonomiche) la scelta per la paziente è ampia, ma ricordiamo che solo il chirurgo può indirizzarla nella giusta direzione in base alla propria corporatura ed aspettativa.

Posizionamento protesi

In relazione al posizionamento della protesi, la scelta tra la tecnica davanti o dietro il muscolo è dettata dallo spessore dei tessuti della paziente(cute e ghiandola).

Retro ghiandolare: laddove la ghiandola mammaria ha già un suo spessore e la paziente vuole soltanto riempire il seno, per esempio svuotato dopo gravidanza e allattamento, la tecnica retro ghiandolare è più indicata. Viene effettuato uno scollamento sopra il grande pettorale conservandone la fascia intatta. È l’intervento con il post-operatorio particolarmente rapido e leggero.

Retro muscolare: comporta l’inserimento della protesi in un piano completamente retro muscolare, costituito sollevando il gran pettorale ma anche parte del muscolo obliquo esterno e del dentato. Indicato se la paziente è molto magra per nascondere il più possibile i bordi della protesi stessa.

Dual Plane: è considerata la tecnica più all’avanguardia per gli interventi di mastoplastica additiva volti ad aumentare il volume del seno. Permette di ridurre i tempi di convalescenza e di ottenere un risultato ancora più naturale.

La Dual Plane rappresenta l’evoluzione della tecnica retro muscolare e consiste nel posizionamento della protesi mammaria dietro al muscolo grande pettorale, lasciando libera la parte inferiore della protesi in posizione retro ghiandolare, ma garantisce al tempo stesso, la copertura della porzione superiore e mediale.

Mastoplastica additiva tempi di recupero

La tensione mammaria che la paziente potrebbe avvertire nei due giorni successivi all’intervento è facilmente controllabile con gli analgesici; può essere comune il gonfiore e qualche ecchimosi. La sensibilità del seno è conservata e ricordiamo che la mastoplastica additiva non compromette la possibilità di allattare in futuro.

L’intervento di mastoplastica additiva di nuova generazione permette un recupero post-operatorio particolarmente rapido e leggero:

Bisogna però evitare di sollevare pesi importanti durante le prime due settimane e sospendere attività sportive per 4 settimane.

Il risultato definitivo si avrà a 3-6 mesi dall’intervento.

Lo screening mammario non è alterato dalla presenza di protesi e si possono effettuare mammografie ed ecografie di routine senza alcun problema.

Aumento volume del seno a Napoli

Contattaci
Allega una foto (facoltativo). Sono ammessi file JPG non superiori a 4MB.
Autore: Dr. Pasquale Verolino
Data di pubblicazione: 12 Novembre 2020

È vietata la riproduzione anche parziale di questo testo. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge.
Protected by Copyscape

ecco il testoAumento volume del seno a Napoli

Articoli correlati

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn